Descrizione

Il fissaggio a terra prevede l’utilizzo di diverse tipologie d’ancoraggio:

  • A) Tubolare di diametro 60mm, altezza mt. 0,50/ 0,70 adatto per l’interramento in pavimenti sabbiosi, terra, ghiaia e stabilizzato.
  • B) Piastra con tubo di diametro 55mm, altezza 0,25 con piastra zincata e saldata, a 2 fori, predisposta per piani in cemento, piattaforme e autobloccanti.
  • C) piastra con tubo di diametro 55mm, innestato per l’aggiunta delle ruote, idonee per il posizionamento di strutture che hanno bisogno di piccoli spostamenti. Ruote vulcon / ruote con sistema di bloccaggio e binario di scorrimento
  • D) Piedini d’ancoraggio con plinti in cemento, adatti per il posizionamento su tutte le tipologie di terreno. I plinti sono realizzati in calcestruzzo armato e vibro-compresso ad alta resistenza e costituiscono la soluzione per chi non vuole o non può modificare la pavimentazione esistente. Ogni plinto ha un peso di 70kg e questo garantisce stabilità e sicurezza alla struttura. Questo tipo di plinto è adatto sia per la posa, interrando i pali e creando una gettata di cemento, sia per la zavorratura, che permette di non ancorare al terreno la struttura, ma solo di appoggiarla.
  • E) Piedini d’ancoraggio con plinti componibili, adatti per strutture particolarmente grandi. Ogni coppia di manufatti è da assemblare, legandoli tra loro mediante due barre filettate, in modo da abbracciare e incastonare ogni palo della struttura; una volta assemblata, la zavorra avrà un peso di 130kg su ciascun palo della struttura.
  • F) Piastre d’ancoraggio 16×16 con 4 fori, per piani in cemento, piattaforme e autobloccanti, adatte per strutture molto grandi.